Crea sito
Seleziona una pagina

Il logo della Madre di Misericordia

Illustrazione del Logo della Madre della Misericordia:

In una mandorla, che delinea insieme lo spazio sacro e il tempo della salvezza, si stagliano le figure della Vergine Maria e del Bambino, in un crescendo di colori che, dal giallo più tenue del primo campo, si fa via via più scuro, fino al rosso smagliante della veste di Gesù. Questo graduale passaggio illustra il progredire della storia della salvezza, che giunge a piena maturità nell’incarnazione del Figlio di Dio, punto focale dell’intera composizione. Lo Spirito Santo, che aleggiava sulle acque nella creazione, avvolge compiutamente Gesù Signore, che è l’amore di Dio fatto carne. La Vergine Maria è la mediatrice di questo compimento, colei che con la sua disponibilità all’opera di Dio, ne consente la piena attuazione. Il suo manto, pennellato di rosso nelle pieghe essenziali, anticipa già il rosso del Figlio: lei, capovaloro dello Spirito Santo, dona carne al Figlio di Dio e, contemporaneamente,  viene da lui investita del suo amore. Le stelle designano il suo intimo legame con Dio, quasi un marchio che ne rivela la sua destinazione sovrannaturale, a conferma del fatto che la sua maternità si  estende ad ogni uomo, in ogni tempo.

A lei, Madre di Misericordia, guardiamo in questo Anno Santo, per fare esperienza dell’Amore di Dio e per donare questo amore agli altri.

Questo Logo “mariano”, concepito a Biancavilla sui caratteri dell’Icona della Madonna dell’Elemosina, associato a quello ufficiale del Giubileo universale, è stato richiesto e adottato da diversi enti ecclesiali, santuari e chiese del mondo per celebrare la Vergine Santissima, Madre di Misericodia.

Realizzazione di Giovanni Stissi.


Il logo Mater Misericordiae nel mondo

Apri